Io


Dott.ssa Luisa Belleri

Psicoterapeuta e psicologa dello sviluppo

con specializzazione in psicologia perinatale


Dopo il diploma magistrale abilitante all’insegnamento presso il liceo socio-psico-pedagogico V. Gambara a Brescia, ho conseguito a Padova la Laurea Magistrale in Psicologia dello sviluppo e dell’intervento nella scuola. Ho proseguito i miei studi con due Master sui Disturbi Specifici dell’Apprendimento, unendo altri corsi e approfondimenti in merito a test grafici proiettivi e tecniche diagnostiche della personalità.

Ho quindi frequentato la Scuola di specializzazione in Psicoterapia H. Bernheim in provincia di Verona, divenendo psicoterapeuta formata in terapia analitica junghiana, psicosintesi e ipnosi ericksoniana.

Ho poi aggiunto un Corso di perfezionamento in Psicologia Perinatale tenuto dall’Università di Medicina di Brescia.

 


 

Esperienze lavorative:

  • insegnamento nella scuola dell’infanzia
  • sportelli scolastici in scuole medie superioriStampa
  • progetti sull’affettività in collaborazione a enti e consultori
  • incontri formativi sul territorio
  • conduzione di gruppi per genitori, adulti e bambini
  • attività professionale privata come psicologa e psicoterapeuta
  • gestione e coordinamento dello spazio multidisciplinare La Libellula, con sede a Brescia

 

09013af3d2dbc1dcd1893175ec34fb67

Check-up interiore!

Che difficile a volte vivere… Quando ti senti in bilico, quando ti svegli con l’umore giù, qua...

558205

Andare dallo psicologo/psicoterapeuta: davvero “ultima spiaggia”?

Mi è capitato di ascoltare una persona mentre mi diceva: “Decidere di chiamarla è stata proprio l’ult...

Time-Management11

Il valore del tempo

Il tempo ha sempre un valore, e ha sempre un costo. Ragioniamo su quanto tempo abbiamo e su come possiamo u...

da2a540a7da057bbca9fb5be463ef7dc

Diamo inizio alle danze!

Il blog propone riflessioni di vario genere, a volte strutturate e a volte raccontate, per cercare di trova...

genitori-e-figli

Estivill o non Estivill, questo è (ancora) il problema?

Caro Estivill, questa è una lettera aperta, senza pretese o presunzione, da parte di una mamma che però u...